Parco delle Gole del Vezzeno.

La Vita nel Parco

Il Team di agronomi, giardinieri, tree climber, oggi si è arricchito delle figure del Dr Ambrogio Cantù, e del Dr. Gianantonio Zanoni che hanno portato nel team innovazione tecnologica, sapienza antica, capacità di osservazione e volontà di trasmettere alle prossime generazioni il patrimonio arboreo e monumentale che abbiamo ricevuto.

L'IMPORTANTE È OSSERVARE...
Al Castello di Gropparello stiamo facendo nascere un progetto di censimento, monitoraggio e cura per mantenere i roseti e il bosco che da 30 anni accoglie le emozioni dei bambini….. 
Perché abbiamo scoperto un aspetto importantissimo:

noi  siamo artigiani di sogni e creatori di ricordi!!!

Un nuovo corso...

Oggi abbiamo inaugurato un nuovo tassello della nostra esperienza di vita al castello. Il bosco è un ecosistema vivo, abitato da individui incredibilmente affascinanti: le piante. Il dottore degli alberi è venuto a visitare una quercia storica, alla quale siamo molto affezionati. La pianta è stata attaccata da un fungo che mangia il legno, e purtroppo noi non avevamo la conoscenza necessaria per capire il pericolo. Si crede sempre che la natura sia un po’ tutta uguale… Un gran calderone nel quale ogni cosa fa il suo corso, e tutto è semplice, banale. Un fungo è un fungo, al massimo ci fa pensare a gnomi, puffi e intrugli magici. Invece tutto è molto più complesso e sottile, e bisogna imparare a ragionare come l’ecosistema!

Conoscere la prospettiva della pianta è intrigante e fantastico. La pianta cercherà di difendersi, secernendo tannini per bloccare il fungo. Il fungo può staccarsi, morire o riformarsi… La chiave è osservare!

Questi esami e indagini hanno mostrato quale parte della struttura portante risulta danneggiata, e ci daranno le indicazioni necessarie per mettere la pianta a suo agio. Capiremo come guidarla per aiutarla a contenere il danno, ma lei è stata brava, perché ha bloccato il problema isolandolo.

Ringraziamo il dottor Cantù, esperto e appassionato, che ha indagato l’albero e ci ha permesso di conoscere più a fondo il mondo in cui viviamo.

Ringraziamo tutti coloro che quotidianamente si prendono cura di questo piccolo mondo incantato, con amore e costanza.

Ringraziamo i nostri turisti appassionati che portano sempre consigli, esperienze, competenze e ci arricchiscono di contatti e conoscenza.

Vivere in un castello significa anche questo! Mettere tutte le cose in relazione fra loro, accogliere, ospitare, raccontare e farsi raccontare! Così il mondo può camminare ed evolvere. Questo è un impegno molto gravoso, per il quale cerchiamo sostegni.

LA CATALOGAZIONE DELLE PIANTE